I pensieri son come frutti

Ben trovati e grazie di impiegare il vostro prezioso tempo per leggere le nostre iscrizioni.

Chiunque di voi usa, come noi, scrivere alcuni dei propri pensieri saprà che scrivere, spesso, è una vera e propria esigenza dello spirito. L’esigenza di fare spazio nella mente, spazio necessario e indispensabile a generare altri pensieri.
Un po’ come si fa con alcuni alberi e piante, i quali frutti raccolti, lasciano spazio ai nuovi arrivati, che non potrebbero nascere se i loro precursori non venissero staccati dalla pianta madre.

Come i frutti, anche i pensieri hanno un loro ciclo di crescita e maturazione, dopo il quale tendono ad invecchiare e morire, pertanto, secondo noi, è bene raccoglierli quando son maturi a sufficienza per poter magari essere offerti o comunque solo spostati per permettere ai frutti più giovani di nascere e maturare anche loro.
Con lo stesso principio usiamo scrivere i nostri pensieri, con il principale scopo di far spazio ad altri nuovi, e con l’augurio che magari in qualche occasione, i frutti raccolti, possano essere graditi anche da altri, perché donare qualcosa di utile è il più grande regalo che ogni uomo possa fare a se stesso.

Angelo Ria

Angelo Ria

Condividi:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

dal blog...

TTG RIMINI 2015

Si è aperto ieri il TTG 2015 a Rimini, la città che, nonostante le (continue ed a vario titolo) critiche, si conferma sempre e comunque